Word: salvare i documenti

Read Time1 Minute, 13 Seconds

Comando importantissimo per salvare i propri dati e il duro lavoro fatto fino ad ora è la funzione di salvataggio! 
Ci sono due modi fondamentali per salvare il proprio lavoro: 

SALVA: permette di salvare il file nella posizione corrente, ossia riscrivere il file salvato precedentemente. 
Per attivare tale funzione basta o premere il tasto con il dischetto, oppure entrare nel menù File (in alto a sinistra dello schermo) e cliccare su salva. 
La prima volta che verrà utilizzato ti verrà chiesto di immettere il nome del documento e dove salvarlo, dai un nome ad documento e salvalo nella cartella che più preferisci, ricorda però di identificare bene il file, e soprattutto crea nuove cartelle di aggregazione dati in modo da poter ritrovare il file il più velocemente possibile, infatti errore comune è quello di non dividerli in maniera opportuna, ciò può creare problemi di ricerca quando i testi aumentano. 
SALVA CON NOME: questo metodologia ti consente di salvare il file dove vuoi, e ti chiede infatti di dare un nome al file e il percorso. 
Molto utile per creare molte copie di un testo, e di riutilizzarlo e modificarlo senza danneggiare il file originale, inoltre ti permette di copiare un file anche in altre cartelle direttamente senza spostarlo 

ESTENSIONE SALVATAGGIO: è importante identificare il formato di salvataggio, alcune versioni di word possono aprire solo alcuni tipi di formati word, ma per andare sul sicuro usate l’estensione docx, in questo modo qualsiasi versione di word aprirà il suddetto file.

0 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Close
Social profiles
error: Protezione Attiva.
Vai alla barra degli strumenti