Regioni: il giudice amministrativo non può sindacare gli interna corporis organizzativi del Consiglio regionale

Tempo di lettura46 Secondi

Corte costituzionale, sentenza 14 febbraio 2020, n. 22
Non spettava allo Stato – e, per esso, al TAR Puglia – annullare il verbale n. 63 del 22 ottobre 2018 della VII commissione consiliare permanente del Consiglio regionale della Puglia, attestante la composizione della medesima commissione. Per l’effetto, è annullata la sentenza del TAR Puglia 21 febbraio 2019, n. 260 [«la scelta in ordine alla composizione di una commissione consiliare» – si legge nella pronuncia della Consulta (§ 3.2 in diritto) – «è diretta espressione della potestà di autorganizzazione spettante al Consiglio regionale», e «tale potestà finisce per essere assorbita tra le garanzie che assistono lo svolgimento della funzione legislativa regionale, cui le commissioni consiliari permanenti contribuiscono in modo determinante: di talché ogni sindacato esterno sulle decisioni relative alla composizione di tali commissioni è svolto in difetto assoluto di giurisdizione, determinando una lesione delle attribuzioni costituzionali previste dagli artt. 114, secondo comma, 117 e 121, secondo comma, Cost.»].

Fonte: Eius.it

0 0
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleppy
Sleppy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
Close
Social profiles
error: Protezione Attiva.
Vai alla barra degli strumenti