Vai alla barra degli strumenti

Mandato d'arresto europeo: lo Stato di emissione deve specificare le fonti di prova su cui si fonda la richiesta

Tempo di lettura19 Secondi

Corte di cassazione, sezione VI penale, sentenza 11 febbraio 2020, n. 5929 (depositata il 14 febbraio 2020)
In tema di mandato d’arresto europeo processuale, ove nella documentazione trasmessa dallo Stato di emissione (anche a seguito di domanda dell’autorità giudiziaria italiana) manchino indicazioni sulle specifiche fonti di prova relative all’attività criminosa e al coinvolgimento della persona richiesta, la consegna di quest’ultima dev’essere rifiutata.

Fonte: Eius.it

0 0
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleppy
Sleppy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
Close
Social profiles
error: Protezione Attiva.