Vai alla barra degli strumenti

La Cina chiude le porte a Peppa Pig.

Tempo di lettura47 Secondi

Dopo aver oscurato Facebook, Youtube, Twitter ed altri famosi servizi in rete, la Cina chiude le porte anche ad uno dei cartoni animati che negli ultimi tempi ha riscosso un grandioso successo in Europa.

La Cina adesso chiude le porte alla piccola Peppa Pig, nessuna motivazione dichiarata. Il merchandising di Peppa Pig ha un valore di oltre 500 milioni di euro e guarda caso il 100% dei prodotti provengono proprio dalla Cina. Inspiegabile infatti la tragica soluzione adottata dal paese cinese. Sì alla produzione del prodotto, all’utilizzo del marchio; no invece alla diffusione dei prodotti e del cartone animato nel proprio paese.

Da alcune indiscrezioni sembra che il cartone animato tanto amato dai più piccoli sia pieno di messaggi subliminali che assuefanno i bambini e per questo motivo è stato vietato in Cina.

Effettivamente il cartone animato ha riscosso “troppo” successo in così breve tempo rispetto ad altri cartoni animati indicati allo stesso target di pubblico.

0 0
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleppy
Sleppy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
Close
Social profiles
error: Protezione Attiva.