Cos’è Facebook oggi?

Read Time47 Minutes, 6 Seconds

Quando si parla di Web 2.0 e strumenti di comunicazione online è ormai inevitabile fare riferimento ai numerosi Social Network che, giorno dopo giorno, aggregano un numero sempre maggiore di persone intorno a piattaforme di comunicazione online altamente multimediali e interattive.

Senza ombra di dubbio uno dei social network più apprezzati dal grande pubblico mondiale dei navigatori è Facebook. Nato in origine come strumento sperimentale online attraverso il quale si potessero trovare facilmente compagni di studi di cui si sono perse le tracce nel corso degli anni, ora Facebook si è evoluto fino a trasformarsi in un potentissimo strumento di comunicazione multimediale che consente di rimanere sempre in contatto con i nostri amici.

Le logiche di diffusione virale di Facebook tra gruppi di conoscenti sono così raffinate e funzionali che in pochi mesi di vita gli utilizzatori di questo social network sono diventati milioni. Nel 2008, anno in cui Facebook ha subito un forte re-style dell’interfaccia e delle funzionalità, anche i navigatori italiani si sono accorti di questo interessante progetto e sono bastate poche settimane per raccogliere migliaia e migliaia di registrazioni. Facebook è oggi considerato uno dei maggiori fenomeni sociali del panorama contemporaneo e vi si dedicano tesi di laurea e libri.

In questa guida cercheremo di scoprire quali siano le caratteristiche principali della piattaforma tecnologica e dell’interfaccia d’uso di Facebook per poterne sfruttare al meglio le potenzialità legate alla comunicazione multimediale e all’intrattenimento di relazioni sociali online.

Prima di addentrarci nell’illustrazione delle singole caratteristiche e funzionalità di Facebook, è necessaria una premessa interpretativa del fenomeno dei social network. A differenza di quanto accade per la maggior parte di altri social network che, di norma, sono centrati su un tema o una tipologia di informazioni condivise tra i membri delle specifiche community (in ambito sociologico definito come “dominio” della community), Facebook si focalizza sulla centralità della persona rispetto agli interessi o ai temi.

I membri di Facebook, a differenza di quanto accade per altri social network, hanno la possibilità di stabilire una rete di contatti anche con chi non condivide un interesse o una passione specifica.

La nostra rete di contatti di Facebook potrà pertanto costruita da qualche sportivo che tifa per la mia squadra, qualche amante della mia stessa musica, qualche ex compagno di liceo, qualche collega di lavoro, qualcuno che ha visitato le mie stesse città o, più semplicemente, qualche amico con cui non ho nessun interesse comune!

La centralità della propria identità digitale all’interno dei network personali che ciascun membro di Facebook è in grado di stabilire è uno dei segreti del successo di questo social network e, come vedremo, tutti gli strumenti offerti dalla piattaforma sono pensati per favorire e stimolare la “tessitura” di relazioni interpersonali.

Facebook continua ad aggiornarsi e ad apportare modifiche, alcune volte anche sostanziali, alla propria interfaccia. A Marzo 2009 sono state introdotte importanti novità sia alla struttura della pagina, sia al sistema di pubblicazione e visualizzazione del flusso di informazioni generato da noi e dai nostri amici. Questo flusso, chiamato in inglese stream, si concretizza oggi principalmente in due diverse visualizzazioni.

Lo stream

Innanzi tutto, appena entriamo in Facebook possiamo vedere tutte le informazioni (comprensive di foto, video e altri oggetti multimediali) dello stream generato dall’intero network di amici direttamente nel centro della nostra pagina, in posizione di grande evidenza.

Qui verranno visualizzati in tempo reale tutti i post pubblicati dai nostri contatti, indipendentemente dal fatto che ci riguardino direttamente oppure no. Poiché se abbiamo aggiunto molti amici al nostro network questo stream può diventare davvero consistente e offrire decine di pubblicazioni in pochi minuti, Facebook ha introdotto contestualmente a questo sistema di visualizzazione rivisitato anche un filtro associato ai gruppi di contatti: basta dividere i nostri contatti in sottogruppi (operazione eseguibile cliccando in fondo alla colonna sinistra della pagina sul link +Crea), per far comparire, sempre nella colonna a sinistra, i nomi dei sottogruppi impostati. Cliccando su uno di questi nomi, lo stream della pagina centrale visualizzerà solo le pubblicazioni effettuate dai contatti appartenenti a tale gruppo.

Il secondo modo per visualizzare lo stream di messaggi consiste nel visualizzare la pagina della nostra bacheca. Per farlo, basta cliccare in alto sul collegamento Profilo e, nella pagina che si apre, cliccare sull’etichetta bacheca. Da qui vedremo tutti i messaggi multimediali scritti direttamente da noi o dai nostri contatti, solo però qualora questi ultimi abbiamo direttamente qualcosa a che fare con noi. Vedremo qui, per esempio, le foto nelle quali siamo stati taggati, i commenti ai nostri post e i messaggi diretti a noi. Anche in questo caso possiamo applicare dei filtri per selezionare le notizie visualizzate nella nostra bacheca. In particolare, possiamo scegliere, cliccando sui rispettivi collegamenti, di vedere i nostri post e quelli dei nostri amici, solo i nostri o solo quelli degli amici. Nella bacheca potrebbero anche comparire post generati dalle applicazioni che abbiamo installato, ovviamente solo se al momento di installarle o di definire il livello di accesso di ogni applicazioni al nostro profilo abbiamo accettato la possibilità di pubblicare notizie automaticamente in bacheca.

I nuovi contenuti

Legato al nuovo stream, è l’implementazione del sistema di pubblicazione dei nostri contenuti che, da marzo 2009, è diventato molto più orientato vero la multimedialità e l’integrazione con altre applicazioni aggiuntive di Facebook. Oltre a poter inviare un messaggio testuale, allegare fotografie, video o addirittura registrare un filmato direttamente dalla webcam è ora questione di pochi clic.

Ricapitolando, il nuovo flusso segue un processo ben definito: i nostri post multimediali generati con il nuovo sistema di pubblicazione compaiono in tempo reale nella nostro stream della pagina principale di Facebook e, contemporaneamente, nella bacheca e nella nostra home page. A seconda di dove compaiono, le nostre pubblicazioni, così come quelle generati dai contatti del network, possono essere filtrate per una migliore fruibilità. A questo processo è molto probabile che entro il 2009 venga aggiunto un sistema di regolazione della visibilità dei contenuti che permetterà di scegliere per ogni singola pubblicazione chi potrà avervi accesso, limitando, per esempio, il rischio che i genitori possano leggere resoconti di feste “top secret” o che colleghi di lavoro entrino in contatto con informazioni riservate alla nostra cerchia di amici.

Il profilo pubblico

Per quanto riguarda la pagina del nostro profilo pubblico, Facebook permette ora di impostare un indirizzo personalizzato per la nostra home page. Per impostare il nome della pagina, sempre che il sistema non ce l’abbia già chiesto, occorre andare all’indirizzo http://www.facebook.com/username e seguire le istruzioni a schermo che potrebbero prevedere anche l’invio di un SMS per controllare la genuinità della richiesta. Ricordiamo che una volta impostato, il nome non può più essere modificato e che, quindi, è consigliabile sceglierlo con attenzione poiché, di fatto, diventerà il nome della nostra pagina pubblica.

Un’ulteriore modifica del layout di Facebook ha riguardato la visualizzazione nella colonna destra di contenuti profilati, ovvero di informazioni, notizie e anche inserzioni pubblicitarie che sono attinenti alle attività svolte su Facebook, alle applicazioni che abbiamo installato o al tipo di comunicazioni che svolgiamo e ai gruppi a cui siamo iscritti. Per portare un esempio, se uno dei nostri contatti pubblica annunci pubblicitari sulla piattaforma di Facebook, molto probabilmente questo comparirà nella colonna destra della nostra pagina.

Per concludere, se vogliamo poter monitorare in tempo reale le novità apportate dagli sviluppatori di Facebook o sapere su cosa stanno effettuando delle sperimentazioni – solitamente prima di essere estesa in maniera massima una modifica a Facebook viene testata per qualche settimana tra un gruppo ristretto di utilizzatori, possiamo seguire il blog ufficiale del progetto, accessibile all’indirizzo http://blog.facebook.com/.


Per capire quali opportunità concrete offra Facebook e quale sia il potenziale impatto sulle relazioni sociali tra amici e conoscenti non resta che provare a registrarsi. La procedura è molto semplice.

Una volta entrati nella schermata di benvenuto di Facebook (basta digitare nel nostro browser l’indirizzo www.facebook.com), il sistema dovrebbe riconosce automaticamente la nostra lingua come quella italiana e adattare di conseguenza tutti i testi che compaiono. Se così non fosse, possiamo scegliere manualmente la lingua corretta cliccando sulla voce presente nella parte bassa della pagina di benvenuto.

Ora procediamo con la registrazione delle nostre credenziali: compiliamo tutti i nostri dati nella parte destra della pagina e clicchiamo sul tasto Iscriviti. Dopo il primo clic ci verrà chiesto di digitare le due parole che compaiono in una piccola finestra e di cliccare nuovamente sul tasto iscriviti. Si tratta di un sistema che impedisci a sistemi automatici di effettuare registrazioni multiple.

Per attivare la nostra utenza e accedere a Facebook dobbiamo consultare la casella di posta inserita nella pagina di registrazione e seguire le istruzioni contenute nella mail di benvenuto che dovremmo ricevere a pochi minuti di distanza dalla registrazione.

Orologio alla mano, bastano davvero una manciata di secondi per completare la procedura di registrazione e iniziare a utilizzare Facebook. Dopo aver attivato i nostri dati, per entrare in Facebook non dovremo fare che altro che andare all’indirizzo www.facebook.com e inserire e-mail e password negli spazi in alto a destra. In questa prima fase le uniche informazioni personali relative al nostro profilo sono state il nome e la data di nascita. A questo proposito va ricordato che poiché lo scopo di Facebook è quello di “trovare e farsi trovare”, li informazioni inserite devono essere corrette e verificate, altrimenti ne andrebbe della possibilità di sfruttare al meglio le funzionalità previste.

Dopo aver cliccato nel link contenuto nella mail di conferma saremo catapultati nella procedura di completamento del nostro profilo.

Aggiunta dei primi contatti

La prima attività da svolgere consiste nell’aggiunta rapida di contatti al nostro network. Tra gli strumenti disponibili sono particolarmente efficaci i sistemi pensati per leggere automaticamente gli indirizzi di posta elettronica di una nostra casella e-mail.

Qualora Facebook, scandagliando tra queste nostre informazioni, trovasse corrispondenza tra gli indirizzi e-mail delle persone con cui scambiamo corrispondenza, ci segnalerà i contatti permettendoci di aggiungerli al nostro network. Poiché l’aggiunta dei contatti può essere effettuata anche in seguito, clicchiamo su Salta questo passaggio per procedere rapidamente con la conclusione della registrazione.

Ci verranno poi chieste informazioni relative ai nostri studi e l’attuale occupazione. Anche in questo caso è valida la considerazione precedente, ovvero che più sono precisi e veritieri i dati immessi, maggiore sarà l’efficacia del sistema per stabilire relazioni tra persone. Lo strumento assistito per aggiungere scuole e università da questo punto di vista risulta molto utile per l’immissione di informazioni precise in maniera univoca.

L’ultima fase di configurazione dell’account prevede la ricerca della città alla cui rete vogliamo affiliarci. Poiché allo stato attuale non sono ancora presenti le rete di città italiane, il consiglio è quello di saltare anche questa fase.

Al primo accesso a Facebook ci troveremo di fronte a un’interfaccia con poche e semplici opzioni. E’ possibile rendersi conto di quanto tutto il progetto sia concentrato sulla possibilità di individuare amici e conoscenti che hanno qualcosa in comune con noi. Se, infatti, abbiamo inserito correttamente le nostre informazioni relative a studio e lavoro, vedremo che in basso a sinistra compaiono una serie di persone con le quali potremmo essere entrati in contatto. Di solito gli utenti che entrano in Facebook per la prima volta rimangono assolutamente sorpresi per la quantità di persone conosciute che vengono individuate automaticamente dal sistema.

Per accedere agli strumenti evoluti di ricerca di amici e conoscenti clicchiamo nella parte centrale della pagina su “Trova le persone che conosci“. Nella pagina che si apre avremo a disposizione gli strumenti già proposti nella fase di registrazione e alcuni nuovi.

Tra questi ultimi, vi è la possibilità di aggiunger i contatti già presenti nelle rubriche dei nostri programmi di posta elettronica (Outlook, Outlook Express, Thunderbird e molti altri) importando un file con gli indirizzi generato dagli stessi software per gestire le e-mail.

Ulteriori strumenti per la ricerca di conoscenti riguardano l’individuazione di persone che hanno frequentato gli stessi istituti scolastici (link in basso a sinistra della pagina).

Cliccando sui link che portano alla ricerca dei compagini di studi potremo sfogliare l’album virtuale dei compagni già iscritti e aggiungere quelli che effettivamente conosciamo. Per quanto invece riguarda le altre relazioni potenziali interpretate dal sistema (per esempio quelle legate al lavoro, ad altri dati personali immessi o al fatto che sono “amici di amici”), sarà lo stesso Facebook a proporci i possibili conoscenti presentandoci una loro fotografia.

Qualora invece volessimo ricercare una persona specifica attraverso un indirizzo e-mail o, più semplicemente, il nome e il cognome, possiamo farlo utilizzando il motore di ricerca in basso a sinistra.

Qualsiasi sia la strada scelta per trovare contatti, una volta cliccata sulla foto del potenziale contatto non dobbiamo fare altro che cliccare su Aggiungi agli amici per attivare la procedura di invito. Non appena la persona contattata accetterà di essere aggiunto al nostro network lo troveremo tra i nostri Amici.

In qualsiasi momento possiamo ricercare e aggiungere amici con Facebook. Per farlo, basta cliccare nella pagina principale sull’etichetta Amici e successivamente Trova Amici. In questo modo torneremo sulla pagina che presenta gli strumenti di ricerca. Per finire, qualora fosse impossibile individuare un nostro amico, possiamo invitarlo a iscriversi su Facebook utilizzando gli appositi strumenti.


Come già ribadito nei capitoli precedenti, perché Facebook possa esprimere tutto il suo potenziale sociale è necessario che gli iscritti compilino dettagliatamente il profilo personale. Più informazioni si aggiungono, più l’esperienza di fruizione di questo social network sarà interessante e interattiva.

Se compilare nel dettaglio il nostro profilo è un’attività che richiede una certa disponibilità di tempo, è anche vero che gli strumenti di compilazione sono molto semplici e intuitivi e che è possibile completare le nostre informazioni in fasi successive. Per accedere alla pagina di configurazione del nostro profilo personale clicchiamo nella pagina principale sul tasto Profilo e, successivamente, sull’etichetta Info (che dovrebbe essere comunque già selezionata).

A questo punto comparirà una pagina simile a quella presente nell’immagine. Il primo passo da compiere per rendere il nostro profilo più accattivante e individuabile dai nostri potenziali contatti consiste nel caricare una foto personale. Per farlo possiamo scegliere più strade. La prima e più semplice prevede il caricamento di un’immagine digitale già in nostro possesso (clic su Carica un’immagine).

Nel momento stesso in cui il caricamento sarà terminato, vedremo comparire una nuova etichetta nel nostro profilo, quella dedicata alla raccolta di foto. La foto caricata potrà essere successivamente modificata o sostituita con altre foto, alcune delle quali possono essere scattate in diretta attraverso un’eventuale Webcam collegata al nostro computer.

Cliccando sul link Modifica Informazioni (a destra) si potrà poi compilare e modificare le informazioni dettagliate del nostro profilo. Il primo blocco di dati riguarda una serie di informazioni di base (raggruppate nel blocco Informazioni generali) su di noi e alcune che riguardano il nostro stato sentimentale e l’orientamento sessuale.

Si tratta di informazioni non obbligatorie, anche perché decisamente personali. Orientamento sessuale, politico e religioso e finalità di utilizzo di Facebook sono infatti informazioni che non tutti i partecipanti al social network possono voler rendere pubbliche. 

Il blocco Informazioni personali permette invece di inserire brani descrittivi delle nostre attività, interessi e passioni. Si tratta di una sezione di approfondimento che lascia molto spazio all’auto descrizione dei nostri interessi utile soprattutto a chi, tramite Facebook, vuole farsi conoscere un po’ meglio.

Il blocco dedicato alle informazioni di contatto permette di inserire tutti i nostri riferimenti digitali attraverso i quali possiamo essere contattati anche al di fuori dell’ambiente di Facebook, mentre l’area riservata agli studi e al lavoro consente di inserire dati preziosi per renderci facilmente reperibili da colleghi o compagni di studi.

Cliccando sul tasto Salva Modifiche aggiorneremo istantaneamente il nostro profilo, aggiungendo informazioni utili al database di Facebook per essere individuati più agevolmente da altri utenti.

Facebook si avvale di una piattaforma tecnologica molto flessibile che consente a ogni iscritto di personalizzare in maniera sostanziale il proprio ambiente. Oltre alle funzionalità di ricerca e aggiunta dei contatti già visto e alla compilazione del proprio profilo, nel corso degli anni Facebook ha sviluppato e consolidato una serie di strumenti molto apprezzati dagli iscritti. Alcuni di questi sono preinstallati sulla piattaforma, mentre altri possono essere aggiunti e personalizzati totalmente in base alle specifiche esigenze di ogni iscritto.

Tra quelle funzionalità modulari che possono essere considerate di base, ve ne sono alcune che compaiono a seconda di quanto sia stato sviluppato il nostro network e delle relazioni che abbiamo stabilito. Tipicamente le funzionalità che riguardano le segnalazioni relative alla vita sociale del nostro network di amici sono raggiungibili direttamente dalla pagina di accesso principale di Facebook, mentre quelle legate alle attività da noi svolte e le pubblicazioni di elementi multimediali che ci riguardano sono raggruppate all’interno della pagina di aggregazione accessibile attraverso la voce di menu Profilo.

Nelle prossime pagine vedremo più nel dettaglio alcune delle funzionalità più diffuse e interessanti presenti in Facebook. 

La pagina Home (o bacheca)

Quando il network di contatti comincia a raggiungere una certa dimensione e noi stessi iniziamo a utilizzare con continuità Facebook per relazionarci con più persone, diventa indispensabile poter monitorare sia cosa accade nella community dei nostri contatti sia quali attività abbiamo svolto di recente.

L’homepage personale di Facebook (pulsante home in alto) mette a disposizione una serie di strumenti che ci consentono di verificare questi aspetti e che, nel loro complesso, possono essere paragonati a una bacheca nella quale vengono “evidenziate” tutte le informazioni che possono risultare di nostro interesse. 

Il primo strumento per il tracciamento delle attività del network è costituito dall’insieme di pagine di informazioni raggiungibili attraverso il menu verticale a sinistra della pagina personale (evidenziato in figura 10). Oltre alla schermata dedicata alle notizie, che vedremo in dettaglio nelle lezioni successive, sin dall’aggiunta del nostro primo contatto al network di amici, vengono visualizzati altri quattro tasti per l’accesso alle relative schede di informazioni.

La prima è dedicate alle notizie In primo piano. Si tratta di notizie scelte automaticamente da Facebook in base all’interazione che si ha con il social network. Comprendono le segnalazioni dei gruppi cui si sono iscritti gli amici, gli eventi cui i propri amici parteciperanno, le pagine fan, le foto, i link e altro. Non è possibile controllare quali informazioni compariranno nella pagina.

La seconda schermata è quella dedicata agli aggiornamenti di stato dei nostri contatti. Come vedremo in un capitolo dedicato, gli aggiornamenti di stato sono le frasi che ogni membro di Facebook può utilizzare per descrivere cosa sta facendo o pensando in quel momento. Il secondo link è riservata alla segnalazione delle ultime foto pubblicate da ciascun nostro amico. La terza riporta gli ultimi elementi pubblicati dai nostri contatti: oltre alle foto, Facebook permette infatti di segnalare alla nostra community anche video, link e altri elementi multimediali.

L’ultima sezione è riservata agli aggiornamenti in tempo reale di tutte le attività svolte dai nostri contatti su Facebook. Poiché, come avremo capito, le attività possibili sono davvero molte, tramite questa pagina entreremo in contatto con una lista davvero molto articolata di informazioni.

Oltre al sistema appena analizzato, uno strumento molto immediato per verificare le attività che ci riguardano direttamente, per esempio gli inviti ricevuti a eventi o alla partecipazione a giochi e gruppi, è costituito dal piccolo pannello in alto a destra. Utilissimo per individuare in pochi istanti le richieste di amicizia in sospeso, questo pannello si arricchisce di voci diverse man mano che aggiungiamo al nostro spazio di Facebook applicazioni aggiuntive. Basta un clic sulle singole voci per attivare il pannello di dettaglio. Per esempio, cliccando sul numero di richieste di amicizia si aprirà una pagina da dove, oltre che vedere le richieste, potremo accettarle o rifiutarle. Un ultimo fondamentale strumento di monitoraggio delle attività che ci riguardano è il gruppo di notifica posto in basso a destra. Oltre a visualizzare un palloncino rosso (icona) che segnala il numero di attività recenti svolte dai nostri contatti che riguardano il nostro profilo (commento o tag di una foto, invio di inviti e così via), possiamo accedere alla singola attività oppure configurare il pannello con una selezione della tipologia degli argomenti segnalati cliccando sul link Mostra tutti.

Dalla combinazione di questi strumenti e informazioni, la maggior parte delle quali viene riassunta nel pannello Notizie, si ha una sorta di bacheca che, istante per istante, ci tiene in contatto con tutte le novità del network.


Una delle sezioni più utile e apprezzate per monitorare il tempo reale le attività svolte dai nostri amici è il pannello delle Notizie. Il pannello, che viene visualizzato automaticamente dopo l’accesso a Facebook, consente di raggruppare le ultime attività svolte su Facebook da tutti i nostri amici in un unico elenco che, quindi, ci permette con un solo colpo d’occhio di capire “cosa succede” nella nostra società virtuale. Il pannello si aggiorna automaticamente ogni volta che un nostro contatto aggiunge link, eventi, foto, commenti o altro.

Ciascuna attività svolta da uno dei nostri amici viene riportata in una piccolo pannello. Poiché quando abbiamo numerosi contatti l’elenco può diventare molto lungo, se vogliamo eliminare tutte le informazioni che lo riguardano dobbiamo cliccare sul pulsante con l’etichetta Nascondi che compare quando ci spostiamo col mouse su ogni pannello dell’elenco. Se decidiamo di nascondere le notifiche di quel contatto le potremmo sempre rivedere cliccando sul link Mostra xx post nascosti in fondo alla pagina.

Un altro sistema per filtrare gli aggiornamenti che si desidera ricevere è l’uso delle liste, ossia di elenchi di persone raggruppate sotto un’unica etichetta. Creare le liste è semplice: fate clic sulla voce +Crea nel pannello di sinistra e scrivete il nome della lista nel modulo in alto selezionando poi gli amici da aggiungere. L’etichetta della lista sarà aggiunta automaticamente al di sotto della voce In primo piano. Cliccandola si riceveranno solo le segnalazioni degli amici in essa inclusi.

Facebook presta moltissima attenzione alla gestione delle fotografie digitali. Oltre a un potente strumento per la pubblicazione di fotografie personali e la gestione degli album che, tra le altre cose, prevede un sofisticato sistema per attribuire i nomi alle persone presenti nelle foto (tag delle foto), grazie alle opzioni di pubblicazione integrate con la bacheca pubblica è possibile visualizzare rapidamente gli album dei nostri contatti e commentare singole foto.

Seguendo la filosofia di Facebook, ogni azione svolta legata alle fotografie (per esempio la pubblicazione, il commento o il tag) viene registrata e comunicata attraverso gli strumenti della bacheca virtuale dei nostri contatti.

Quando, così, pubblichiamo una nuova foto o un album, quando qualcuno commenta uno scatto o quando anche il nostro nome viene associato a una foto di un’altra persona, partiranno delle notifiche automatiche che raggiungeranno tutto il nostro network di contatti.

Per accedere alla pubblicazione delle foto, dobbiamo cliccare sul tasto Profilo in alto a sinistra della schermata principale di Facebook e, successivamente, sull’etichetta Foto. Oltre ai nostri album, in questa pagina vedremo anche tutte le fotografie di nostri amici nei quali siamo stati taggati (pannello superiore).

Da quest’area possiamo utilizzare in maniera molto intuitiva gli strumenti di creazione album e caricamento foto. Cliccando su Crea un album fotografico si avvierà una procedura guidata che ci permette di creare uno spazio condiviso con tutti, totalmente privato o solo con alcuni dei nostri contatti in cui pubblicare un gruppo di fotografie.

Una volta creati album e caricate foto potremo gestirli e organizzarli in maniera rapida e intuitiva. Cliccando su una nostra foto, potremo vedere al di sotto della riproduzione l’insieme di strumenti disponibili.

Oltre che commentare l’immagine, descriverla o commentarla potremo anche cancellarla e taggarla. Il tagging, la procedura di individuazione delle persone nelle fotografie, è un’opzione molto interessante. Dopo aver cliccato sull’apposito link si aprirà infatti una finestra sovrapposta alla foro. Basta cliccare sul volto della persona da taggare perché Facebook individui automaticamente il volte della persona e mostri una finestrina all’interno della quale possiamo scrivere il nome della persona stessa.

Se questa persona è tra i nostri contatti, riceverà la notifica via Facebook, mentre se non è iscritto al social network potremo inviare una mail che riporterà un link per vedere la foto in cui è ritratta. Dopo aver taggato la foto, chiunque la visualizzi in Facebook spostandosi col mouse sulle singole persone potrà visualizzarne il nome e accedere al profilo.

Accesso alle fotografie dei contatti

Con le stesse logiche esplorative già viste in precedenza, possiamo arrivare a vedere le foto dei nostri amici sia entrando nel profilo pubblico di ogni nostro contatto e, successivamente, andando nell’area dedicata alle fotografie, sia cliccando sulle segnalazioni che compaiono tra le notizie o le attività riportate negli strumenti di monitoraggio del network.

In maniera analoga a quanto accade con le fotografie che abbiamo pubblicato direttamente, quando visualizziamo un’immagine digitale di un nostro contatto possiamo utilizzare alcuni strumenti come i commenti o la possibilità di taggare le fotografie. Per quanto riguarda il tagging, va ricordato che nel momento stesso in cui il nostro nome viene associato a una fotografia, ci sarà sempre possibile rimuoverlo, anche se questa fotografia appartiene a un altro contatto. Analogamente, taggando le fotografie personali con i nomi di altri contatti, questi potranno in ogni momento rimuovere l’associazione.


Al momento della registrazione e della compilazione dei dettagli del nostro profilo personale ci vengono richieste numerose informazioni private che, volontariamente, possiamo decidere di condividere con il nostro network. Una delle informazioni a cui la piattaforma di Facebook da maggior rilievo è quella relativa allo status sentimentale, in altre parole alla pubblica dichiarazione del fatto che siamo impegnati con una persona e al tipo di legame esistente.

Lo status si modifica dal percorso Info / Modifica impostazioni accessibile dal pulsante Profilo in alto dell’interfaccia. Per quanto riguarda la situazione sentimentale, oltre a scegliere dal menu a tendina il nostro stato, in caso di rapporto sentimentale definito possiamo anche immettere il nome della persona a cui siamo legati. Se questa persona è iscritta a Facebook, legheremo i nostri profili.

Dopo aver salvato le impostazioni nel nostro profilo pubblico sarà visualizzato non solo il nostro nuovo stato sentimentale ed eventualmente con chi abbiamo una relazione, ma anche il cambiamento di stato. Questo significa, per esempio, che se siamo single e abbiamo memorizzato questa informazione, nel momento in cui decidessimo di rimuoverla i nostri contatti potranno visualizzare un messaggio del tipo “Daniele non è più single”, nonostante di fatto questa affermazione non corrisponda alla realtà.

Poiché buona parte dell’attenzione di amici e contatti personali è in qualche modo indirizzata allo status sentimentale dei contatti, occorre prestare un po’ di attenzione all’utilizzo di questo strumento onde evitare “spiacevoli fraintendimenti” che, nella logica di Facebook, sono resi di pubblico dominio e, tra l’altro, facilmente commentabili!

Lo strumento di comunicazione sincrona: la chat di Facebook 

In aggiunta ai numerosi strumenti di comunicazione che prevedono la possibilità di lasciare messaggi e informazioni che possono essere fruite dal network in qualsiasi momento (comunicazioni asincrone), Facebook offre uno strumento di comunicazione in tempo reale (sincrono): la chat. Grazie a questi strumenti possiamo sapere quando un membro del nostro network è online e comunicare in diretta esattamente come faremmo con strumenti di messaggistica istantanea esterni quali Skype o Live Messenger.

Il centro degli strumenti di comunicazione in tempo reale è costituito dal pulsante Chatposto nell’angolo inferiore a destra della pagina. Da qui possiamo vedere sia quanti dei nostri contatti sono online, sia modificare il nostro stato di visibilità. Cliccando sul nome della persona si apre il piccolo pannello per la scrittura dei messaggi.

Facendo clic sull’icona Chat e poi sul link Opzioni è anche possibile aprire una chat a tutto schermo (Chat in finestra a parte) e impostare altre piccole opzioni. Sempre dal pulsante Chat è possibile visualizzare gli amici online selezionandoli da una delle liste create (pulsante Liste di amici).

È possibile anche seguire le discussioni della chat di Facebook senza dover per forza aprire le pagine del social network. Pidgin è un software di messaggistica istantanea che consente di seguire da un unico programma le conversazioni di diverse reti tra cui, naturalmente, anche Facebook. 


Poiché le logiche di un social network si basano fortemente sulla possibilità di poter generare catene di eventi che siano emotivamente significativi per i vari membri, un’applicazione come quella che consente di inviare dei regali virtuali attraverso Facebook riscuotono un grande successo.

L’applicazione Regali, in parte gratuita in parte a pagamento, è una di quelle storicamente integrata nell’interfaccia di base di Facebook. Per accedervi è sufficiente andare, dalla pagina Home, sul riquadro di sinistra dove sono visualizzate le principali applicazioni da noi utilizzate, e cliccare sul link Altro che farà comparire le applicazioni nascoste dalla modalità di visualizzazione standard. Clicchiamo sul nome dell’applicazione e si aprirà la pagina dei regali inviati o ricevuti.

Per aprire la pagina per l’invio dei regali si dovrà invece selezionare Regali dal pulsante Applicazioni presente in basso a sinistra della pagina o andare all’indirizzo http://www.facebook.com/giftshop.php dove verrà visualizzata l’interfaccia per la selezione dei regali. I regali che possono essere inviati in modalità gratuita si riconoscono dalla dicitura GRATUITO che compare sotto di essi, mentre il numero che compare sugli altri indica il numero di crediti che ogni singolo regalo costa. Crediti che possono essere acquistati alla fine della procedura di invio.

La schermata principale dell’applicazione per l’invio dei regali si presenta come un catalogo sfogliabile all’interno del quale possiamo cercare il tipo di regalo che fa al caso nostro. Dobbiamo tenere in considerazione che nonostante la quasi totalità dei regali sia a pagamento, non si tratta di veri e propri oggetti ma solo di icone virtuali abbinate a messaggi di accompagnamento che saranno ricevute dai destinatari a cui le invieremo. Si tratta, quindi, solo di “pensieri” virtuali più che di veri e propri doni tangibili. Una volta scelto il regalo, dovremo compilare i campi sottostanti indicando il nome del destinatario.

A questo punto, occorre definire le opzioni di visibilità del regalo (se stiamo cercando di sedurre una persona forse non vogliamo farlo sapere a tutti… quindi meglio selezionare l’opzione Privato, mentre se siamo timidi c’è sempre l’opzione Anonimo che ci garantisce l’impossibilità di essere individuati) e scrivere un messaggio di accompagnamento. Nel caso dei regali gratuiti, l’invio sarà immediato. Per quelli a pagamento, sarà invece necessario seguire la procedura guidata di pagamento.


Vista la possibilità di comunicare e interagire con altre persone, uno strumento di comunicazione come Facebook presta molta attenzione a tutte le possibilità di stabilire relazioni, anche economiche, tra gli iscritti. L’applicazione Mercato è in questo senso davvero interessante. Grazie e un’interfaccia molto semplice e intuitiva, possiamo pubblicare annunci in cui vendiamo oggetti e servizi e renderli visibili all’interno della nostra rete.

Per aggiungerla alle proprie applicazioni basta aprire la pagina di presentazione e fare clic su Vai all’applicazione e finiremo direttamente nel mercatino di Facebook.

Per mostrare solo gli oggetti venduti in Italia basta fare clic sul link Settings in alto, selezionare dal menu il nostro paese e fare clic su Submit. Per aggiungere l’applicazione in maniera permanente al gruppo delle nostre applicazioni preferite clicchiamo in alto sul link Impostazioni, poi su Impostazioni di Marketplace e, dall’etichetta Segnalibro, spuntiamo il box Aggiungi Marketplace ai preferiti. Fatto questo potremo accedere al mercato semplicemente cliccando sul simbolo corrispondente che comparirà nel menu delle applicazioni attivabile dal link Applicazioni in basso a sinistra della pagina.

Una volta reso facilmente accessibile il mercato, pubblicare annunci e visualizzare quelli dei nostri amici saranno operazioni alla portata anche dei meno esperti. Visto l’elevato numero di persone che utilizzano questo strumento per le finalità diverse, dalla vendita di oggetti rimasti in soffitta alla ricerca di lavoro, il mercato di Facebook è uno strumento dalle potenzialità enormi che, proprio perché focalizzato sulla cerchia di nostri contatti, permette di concretizzare scambi utili in maniera mediamente più semplice rispetto ad altri mercatini virtuali online. In pieno stile Facebook, tutti gli annunci pubblicati possono comparire automaticamente nel nostro status e, quindi, essere visualizzati dai nostri contatti.

Un sistema per l’organizzazione e la gestione di eventi può senza dubbio risultare un’interessante sostituto per il classico “invio di e-mail di massa”.

L’applicazione Eventi di Facebook rispetto ad altri strumenti online con analoghe finalità ha l’indubbio vantaggio di poter integrarsi con una serie di altre funzionalità già esistenti come, per esempio, i gruppi personalizzati che abbiamo visto nella sezione precedente di questa guida.

Per accedere all’applicazione è sufficiente cliccare sul link presente nel gruppo delle applicazioni predefinite di Facebook (come al solito si aprono dal menu Applicazioni in basso a sinistra). Come per l’applicazione dei gruppi, questa funzionalità è presente tra le opzioni di base di Facebook e quindi non è necessario installarla.

L’area dedicata agli eventi riporta quattro etichette nella barra superiore della pagina. La prima (Eventi in arrivo) visualizza tutti gli eventi ai quali siamo stati invitati o a cui ci siamo iscritti che, entro pochi giorni, avranno luogo. Le seconda etichetta (Eventi degli amici) consente di individuare a quali eventi parteciperanno i nostri amici, cosa che ci farà individuare sicuramente eventi interessanti anche per noi. La terza opzione (Eventi passati) elenca l’archivio cronologico degli eventi a cui siamo stati invitati. Per finire, la questa area è quella riservata ai compleanni, funzionalità molto utile in quanto consente di non perdere mai di vista i compleanni di tutti i nostri contatti.

In maniera analoga a quanto accade per i gruppi, tutti gli eventi pubblici inseriti in Facebook possono essere ricercati cliccando sul link “Sfoglia eventi” presente in alto a sinistra dell’applicazione. In qualsiasi modo si riesca a raggiungere la pagina descrittiva di un evento, potremo definire la nostra partecipazione, vedere quali altre persone parteciperanno o esportare l’evento sul calendario del nostro computer o telefonino utilizzando le funzionalità presente nella colonna a sinistra della scheda.

Oltre a ricevere inviti e scegliere eventi di nostro interesse possiamo ovviamente crearne di nuovi e gestirne gli inviti e le caratteristiche. Nella schermata principale dell’applicazione clicchiamo sul tasto Crea nuovo evento.

Compiliamo tutte le informazioni necessarie, identificando sia il tipo di evento e le date di riferimento, sia le persone che vogliamo invitare direttamente. Se abbiamo creato un gruppo di contatti, possiamo addirittura invitare automaticamente tutti i partecipanti, selezionando nel menu a tendina il nome del gruppo in questione.

Successivamente avremo facoltà di modificare alcune caratteristiche avanzate del tipo di eventi appena creato. Per esempio, possiamo decidere se gli inviati possono portare altri invitati o definire un livello di protezione personalizzato sia per il tipo di contenuto che potrà essere allegato all’evento, sia per la diffusione privata, pubblica o segreta dell’evento stesso.

Bastano pochi istanti per invitare i nostri contatti a un evento ed è altrettanto facile gestire la partecipazione reale delle persone interessate attraverso il sistema di sottoscrizione e notifica integrato nell’applicazione Eventi. come per ogni altra applicazione, si potrà scegliere se dare visibilità anche nel nostro profilo pubblico e attraverso gli aggiornamenti dello status a tutti i nostri contatti.


Facebook mette a disposizione un sistema molto evoluto per gestire la partecipazione o la creazione a gruppi di persone unite da specifici interessi comuni. Riprendendo le prime sezioni di questa guida, si può dire che Facebook oltre al network personale di carattere “orizzontale” consenta di partecipare a una serie di sotto gruppi che, pur non essendo composti solo da amici ma anche, e soprattutto, da sconosciuti, si devono considerare molto simili alle classiche community di interesse, quelle che abbiamo definito come “verticali”.

Gli strumenti per gestire la nostra partecipazione, rimanere aggiornati su quanto accade dentro un gruppo, crearne di nuovi o individuarne di esistenti sono davvero ben strutturati e non è difficile prendere confidenza con questo sistema.

Iscriversi ad un gruppo

Per accedere alla gestione dei gruppi basta cliccare dal menu Applicazioni (pulsante in basso a sinistra della pagina) sull’omonima applicazione. Nella pagina principale potremo vedere riassunte sia le informazioni sui gruppi da noi creati o a cui ci siamo iscritti, sia quelli relativi ai nostri contatti.

La ricerca di un gruppo a cui vogliamo iscriverci può avvenire in diversi modi. Oltre che facendoci ispirare dai gruppi a cui sono già iscritti dai nostri contatti, possiamo infatti sia sfogliare il catalogo dei gruppi presenti, sia effettuare una ricerca per parola chiave nel motore di ricerca generico di Facebook cliccando poi sulla scheda Gruppi. Cercando, per ipotesi, potremo individuare una serie di gruppi dei quali vorremmo conoscere maggiori dettagli.

Cliccando sul nome del gruppo troveremo la descrizione e numerose altre informazioni che ci aiuteranno a capire se davvero è di nostro interesse. Per iscriversi basta cliccare sul tasto Iscriviti a questo gruppo.

Sfogliare gli archivi dei gruppi direttamente dall’interfaccia dedicata alla gestione gruppi (percorso Menu Applicazioni / Gruppi / Sfoglia gruppi) permette invece di esplorare il catalogo di gruppi già fondati da altre persone in base ad argomenti di comune interesse. In questo caso i menu a tendina e le varie macrocategorie indicate sulla destra della pagina permettono con pochi clic di evidenziare una lista di gruppi che potrebbero interessarci.

Prima di iscriversi a un gruppo è consigliabile dare un’occhiata al tipo di comunicazioni che vengono scambiate dai membri già attivi. Per farlo si può visitare la pagina descrittiva del gruppo e cliccare sul tasto Mostra aree discussioni, link che porta a una sorta di forum online dove i membri di quel gruppo comunicano e discutono su temi caldi.

Creare un gruppo

Per chi invece non si accontentasse della pur vastissima scelta di gruppi già esistenti, la creazione di un gruppo nuovo è un’operazione rapida e semplice. Si comincia con un clic sul pulsante Crea un nuovo gruppo presente nella pagina http://www.facebook.com/groups.php.

Compiliamo il modulo online con tutte le informazioni che saranno visualizzate dagli altri membri di Facebook. Nel momento in cui decidiamo di creare un gruppo ne acquisiamo i diritti di amministrazione, dopo aver compilato le informazioni di base avremo accesso alla pagina di configurazione dei diritti di partecipazione al gruppo. In particolare abbiamo la facoltà di decidere se il gruppo sarà visibile a tutti, solo ai nostri contatti oppure a nessuno se non alle persone direttamente invitate da noi.

Come possiamo vedere il livello di personalizzazione è davvero elevato, al punto tale che non solo possiamo scegliere chi partecipa al gruppo ma anche chi lo può amministrare e con quale livello di controllo. Tali funzionalità consentono di creare dei micro-network di amici che risultano molto utili per limitare le comunicazioni alle sole persone che ne sono realmente interessate.


Possiamo procedere alla scoperta di alcune potenzialità meno note al grande pubblico ma che, nonostante questo, hanno dei risvolti molto interessanti. Una di queste funzionalità, ottima per chi vuole pubblicizzare il proprio profilo, un’attività o un’iniziativa anche al di fuori degli iscritti a Facebook o del proprio network, consiste nella creazione di pagine dedicate che siano visibili a tutti i navigatori del Web. Facebook infatti permette di creare degli aggregati di contenuti che, di fatto, possono sostituire un sito o una pagina Web tradizionale o, meglio ancora, un Wiki in cui sia il creatore della pagina sia gli iscritti possono aggiungere contenuti e informazioni di vario genere.

L’accesso alla ricerca delle pagine esistenti è relativamente semplice. Come per quasi tutte le informazioni presenti in Facebook, è sufficiente infatti digitare un parola chiave per trovare, cliccando nella schermata dei risultati sull’etichetta Pagine, tutte le pagine pubbliche corrispondenti al termine immesso. Per approfondire il contenuto di una pagina della quale possiamo leggere un breve sunto, basta cliccare sul titolo.

Dal redesign del marzo 2009 le pagine Facebook sono diventate identiche ai profili dei singoli utenti. La pagina che si aprirà riporterà una serie di riquadri contenenti informazioni testuali o multimediali di diverso tipo. Alcune funzionalità tipiche della gestione dei gruppi di Facebook e di altre applicazioni già viste, per esempio quelle riservate all’iscrizione al gruppo o alla condivisione con altri contatti, sono disponibili nella parte in altro a destra della pagina.

Ricordiamo che la visualizzazione della pagina e le funzionalità di iscrizione e condivisione possono cambiare a seconda che la pagina stessa sia visualizzata prima o dopo che abbiamo effettuato il login a Facebook. Mandando il link a una pagina da noi creata a persone che non sono iscritte, alcune funzionalità interattive potranno essere limitate.

Al di la della ricerca delle singole pagine di Facebook, l’accesso alla sezione di gestione delle pagine pubbliche avviene in maniera manuale digitando nella barra degli indirizzi del browser l’indirizzo www.facebook.com/pages. Come vedremo, da qui possiamo sia monitorare le pagine alle quali siamo in qualche modo collegati (perché da noi create o perché ci siamo iscritti), così come quelle che hanno a che fare con i nostri contatti. Oltre a la ricerca per parole chiave possiamo inoltre sfogliare il catalogo per argomenti a caccia delle pagine più interessanti.

La creazione di una pagina Facebook 

Per quanto riguarda la creazione di pagine personali, in questo caso occorre dire che l’accesso non è per nulla intuitivo. Possiamo infatti iniziare a comporre una pagina seguendo tre strade. O cliccando sul link a sinistra, oltre i box informativi, che compare nelle pagine già create da altre persone, o seguendo la procedura guidata di Facebook al momento della registrazione, o, per finire, digitando questo indirizzo nella barra degli indirizzi del browser: www.facebook.com/pages/create.php.

Qualsiasi sia la poco intuitiva strada percorsa, ci troveremo di fronte a un schermata in cui dovremo indicare i dati principali della nostra nuova pagina. Poiché le pagine di Facebook nascono tipicamente con finalità di marketing legate alla promozione di attività, persone o iniziative, il sistema assistito per la compilazione rapida della nuova pagina prevede la scelta tra modelli diversi di informazioni che sono richieste a seconda della tipologia di pagina indicata in questa fase.

La procedura di costruzione della pagina è molto flessibile e consente di personalizzare sia i contenuti della aree previste, sia di scegliere se alcuni riquadri e funzionalità saranno rese disponibili ai navigatori.


Molti degli utilizzatori di Facebook si sono avvicinati a questo social network non tanto perché consapevoli delle potenzialità sociali e comunicative di questa flessibile piattaforma, ma semplicemente per giocare online e divertirsi a distanza coi propri amici.

Tra le moltissime applicazioni installabili in Facebook meritano infatti una menzione a parte i numerosi giochi online ad accesso gratuito. Parte di questi giochi, occorre dirlo per onestà intellettuale, non è altro che la trasposizione di qualche animazione Flash già presente in rete, altre, inoltre, sono paragonabili a una sorta di sondaggio online i cui risultati sono però resi pubblici nel nostro profilo.

Queste prime due categorie di giochi sfruttano solo in parte le funzionalità virali di Facebook che, più che altro, diventa la piattaforma per rendere pubblico un gioco o un quiz di qualità mediocre.

Di ben altro spessore sono invece alcuni giochi che, appositamente pensati per sfruttare al massimo le potenzialità di Facebook, offrono esperienze di giochi sociali davvero molto evolute e raffinate. Questi giochi, contraddistinti solitamente anche da una grafica particolarmente curata, consentono, per esempio, di sfidare a distanza i nostri amici, di lanciare delle competizioni, e di tenere traccia dei risultati effettuati dai nostri contatti. Poiché i giochi appositamente sviluppati per Facebook non sono altro che applicazioni evolute, avranno in comune con i software aggiuntivi diversi aspetti.

I giochi, per esempio, vanno cercati, installati e gestiti come le altre applicazioni, possono essere diffusi tra i contatti nello stesso modo e, aspetto fondamentale, accedono ai dati del nostro profilo personale in base alle impostazioni da noi indicate. L’accesso alle nostre informazioni consente ai giochi, per esempio, di generare quiz e rompicapo legati al nostro profilo, ma anche di presentare pubblicità o comunicazioni all’interno dell’interfaccia di gioco.

Tra i molti giochi sociali che si trovano su Facebook, ce ne sono alcuni davvero evoluti, soprattutto nel momento in cui si rende disponibile l’opzione per lanciare sfide ai propri contatti. Seguendo la moda degli ultimi mesi, i giochi di intelligenza e quelli per allenare la mente sono quelli che attualmente vanno per la maggiore. Basta effettuare una ricerca con parola chiave “challenge” o “brain” nel motore delle applicazioni per capire quanti siano i giochi di questo tipo già sviluppati.


La maggior parte delle funzionalità di Facebook è basata sulle applicazioni, ovvero su un software più o meno evoluto che possiamo installare e rimuovere dalla nostra area riservata di Facebook. In diversi punti di questa guida abbiamo visto come sia possibile installare e ricercare alcune delle applicazioni più note. Il principale punto di accesso alle applicazioni è naturalmente il pulsante Applicazioni presente in basso a sinistra della barra di Facebook.

A seconda della complessità di un’applicazione e delle intenzioni di chi le ha sviluppate, le diverse funzionalità aggiuntive di Facebook possono attingere a molti dei nostri dati personali e possono essere configurate per interagire con le altre funzionalità già presenti nella versione standard di Facebook.

Per gestire correttamente tutte le applicazioni che, in un modo o nell’altro, consapevolmente oppure no, sono finite per popolare il nostro profilo possiamo accedere alla pagina riepilogativa delle applicazioni. Dato che infatti la piattaforma di Facebook è molto portata alla diffusione di “elementi di comunicazione” come i messaggi o le applicazione stesse, è facile ritrovarsi il profilo pieno di strumenti che, magari, abbiamo utilizzato una volta sola ma che non ci sono di alcuna utilità. Basta infatti accettare uno dei tanti inviti che si ricevono in continuazione su Facebook per trovarsi installata una nuova applicazione!

Dall’home del nostro profilo spostiamoci in basso a sinistra, clicchiamo sull’icona Applicazioni e selezioniamo Modifica applicazioni. La schermata che compare presenta l’elenco completo di tutte le applicazioni aggiunte. Per eliminare un’applicazione basta fare clic sull’icona a forma di X, per visualizzare informazioni basta seguire il link Profilo, per modificare le impostazioni, tra le quali quelle riguardanti i nostri dati che l’applicazione usa, basta cliccare su Modifica impostazioni. Per modificare le funzionalità e le autorizzazioni all’accesso ai nostri dati personali, dopo aver cliccato sul link Modifica impostazioni, apparirà un riquadro di personalizzazione il cui aspetto e contenuti varia a seconda dell’applicazione scelta.

Dal menu Privacy possiamo impostare le preferenze di pubblicazione delle informazioni dell’applicazione. Impostando ad esempio Solo amici gli aggiornamenti creati con l’applicazione potranno essere solamente visualizzati dai nostri amici, non dagli amici di amici o da altri. Inoltre sono presenti appositi pannelli di configurazione per definire l’interazione con le informazioni del profilo, l’aggiunta di un scorciatoia per quell’applicazione dentro il box dell’home page di Facebook (Segnalibro) ed eventuali permessi aggiuntivi che, per esempio, possono consentire all’applicazione di utilizzare le nostre informazioni private per relazionarci con altre persone che utilizzano la stessa applicazione.

Poiché le applicazioni hanno funzionalità radicalmente diverse tra di loro, alcune di esse possono essere inserite non solo nel nostro profilo ma anche nelle pagine pubbliche e nei gruppi. Una volta individuata un’applicazione, qualora fosse possibile inserirla dentro una nostra pagina pubblica o un gruppo di cui siamo amministratori, vedremo un link apposito nella pagina di descrizione dell’applicazione stessa.

Molti si chiederanno il perché dell’esistenza di un numero così elevato di applicazioni di Facebook, parecchie delle quali con funzionalità simili tra loro. Il motivo consiste nella scelta strategia dei creatori di Facebook di mettere a disposizione di chiunque, dai programmatori privati alle aziende, un linguaggio di programmazione e degli strumenti con cui risulta davvero facile creare nuove applicazioni compatibili con la piattaforma di Facebook.

In primo luogo la guida Applicazioni Facebook con PHP, poi diversi articoli che spiegano come usare la piattaforma Facebook per lo sviluppo di applicazioni: Creare applicazioni Facebook con ASP.NET, La Facebook Platform e PHP, Creare un’applicazione per Facebook in PHP o Applicazioni Facebook con Flash/Flex. 

In sintesi, non è il team di sviluppo di Facebook a creare la stragrande maggioranza di applicazioni ma si tratta di privati o aziende esterne che, per divertimento o con finalità promozionali, utilizzando la piattaforma tecnologica aperta di Facebook possono pubblicare applicazioni di ogni genere. Le modalità per la realizzazione di applicazioni compatibili con Facebook sono disponibili nella sezione dedicata agli sviluppatori, nel blog dedicato agli sviluppatori e sul Wiki di Facebook developers.

L’approccio aperto a sviluppi esterni di Facebook ha fatto sì che tutti gli sviluppatori dei più interessanti servizi Web 2.0 abbiamo realizzato plug-in per questa piattaforma. Se, per esempio, vogliamo integrare nel nostro profilo un richiamo a quello pubblicato su altri social network come LinkedIn, Last.Fm e Picasa, possiamo ricercare questi nomi nel motore di ricerca e scegliere l’applicazione adatta.


Per chi se lo stesse chiedendo, l’enorme piattaforma tecnologica di Facebook e l’intero progetto hanno dei costi di gestione davvero notevoli. Come può Facebook offrire gratuitamente un servizio di questo valore a milioni di utenti? La risposta è molto semplice: attraverso la pubblicità. Come avremo notato, tutti i contenuti e le pagine di Facebook sono sempre accompagnate da inserzioni pubblicitarie che, per via dell’evoluto sistema di profilazione delle persone iscritte, sono sempre contestuali a età, abitudini, area geografica, interessi personali. La pertinenza degli annunci pubblicitari presenti in Facebook è tale da rendere particolarmente efficace le comunicazioni commerciali effettuate tramite questo strumento.

Seguendo le logiche di Facebook che affidano ai singoli utenti la creazione di contenuti e la “viralità” delle informazioni, chiunque può investire denaro nella comunicazione pubblicitaria veicolata da Facebook all’interno degli iscritti. 

Per iniziare a pubblicare degli annunci basta andare all’indirizzo www.facebook.com/advertising. In questa pagina possiamo avere maggiori informazioni sul tipo di efficacia pubblicitaria offerta dalla piattaforma e sulle caratteristiche degli annunci. Un clic sul tasto Crea un’inserzione ed eccoci pronti a configurare i nostri annunci.

Innanzi tutto, dobbiamo indicare al sistema di composizione guidata cosa vogliamo pubblicizzare indicando un titolo, un testo e una foto. Si passa a questo punto alla definizione del testo degli annunci e, elemento importantissimo, alla selezione del target di utenti che sarà destinatario delle nostre inserzioni. Il sistema di profilazione di Facebook consente infatti di scegliere con un altissimo livello di affidabilità solo le persone che riteniamo possano essere interessate ai nostri “prodotti”. Molto interessante, da questo punto di vista, il numero che compare in fondo alla pagina in cui vengono visualizzate le potenziali persone raggiungibili attraverso Facebook corrispondenti ai criteri indicati precedentemente. 

L’ultima fase prima del pagamento attraverso carta di credito della campagna pubblicitaria prevede che si indichi sia il tipo di tariffazione per l’annuncio online (possiamo pagare le visualizzazioni dell’annuncio o i clic effettuati), sia quanto siamo disposti a pagare per ogni giorno di programmazione pubblicitaria, sia, per finire, il costo massimo per ciascun evento pubblicitario.

Orologio alla mano, bastano una decina di minuti per poter pubblicare i propri annunci su Facebook. Considerando che Facebook mette anche a disposizione degli inserzionisti un valido sistema di analisi delle campagne effettuate, ecco che il sistema di comunicazione commerciale messo in piedi risulta particolarmente appetibile.


Seguendo la tendenza che, ormai da un paio di anni, hanno intrapreso le principali società che realizzano servizi Web, anche Facebook o meglio un sotto insieme delle sue funzionalità, può essere fruito in mobilità utilizzando un telefonino intelligente o un palmare.

Qualsiasi sia il dispositivo mobile che vogliamo utilizzare per accedere a Facebook, se questo dispositivo è dotato di browser e può connettersi online sarà sufficiente visitare la versione adattata ai supporti mobile di Facebook andando all’indirizzo http://m.facebook.com o http://iphone.facebook.com per l’iPhone di Apple. A seconda delle potenzialità del telefonino potremo accedere a numerose funzionalità specifiche e interagire in diversi modi navigando nel menu testuale offerto da questa versione “alleggerita” della piattaforma.

Per chi vuole interagire via SMS o MMS per caricare elementi multimediali e testi o ricevere segnalazioni di quanto accade nel nostro universo sociale online anche quando non siamo collegati a Internet è possibile attivare il servizio Facebook Mobile andando all’indirizzo https://register.facebook.com/mobile/.

Oltre a queste due soluzioni, esistono diverse altre applicazioni compatibili con vari modelli di telefonini che consentono di integrare alcune funzionalità di Facebook in un’interfaccia generica per la gestione delle comunicazioni online. Il popolare servizio gratuito Fring, compatibile con quasi tutti i sistemi operativi per palmari e telefonini, consente, per esempio, di accedere a molte delle funzionalità di comunicazione in tempo reale e di notifica di Facebook. 

noltre esistono applicazioni ufficiali per quasi tutti i telefonini in commercio che permettono di seguire gli aggiornamenti di Facebook direttamente dal proprio terminale in mobilità:

  • iPhone Facebook: su AppStore o su Facebook.
  • Symbian/Nokia: applicazione ufficiale disponibile su N97 o 5800.
  • Windows Mobile: su Microsoft.com
  • Blackberry: su Blackberry.com o su Facebook.

L’enorme quantità di informazioni private e personali che vengono gestite da Facebook rende molto attuale il tema della privacy. Chi decide volontariamente di iscriversi a Facebook e di utilizzarlo come strumento per intrattenere rapporti sociali inevitabilmente deve giungere a un compromesso con il livello di privacy personale, poiché non avrebbe nessun senso avvalersi di un social network mantenendo l’anonimato e non comunicando nulla della propria sfera personale.

Va tuttavia considerato il fatto che non sempre chi partecipa alle attività di Facebook è perfettamente consapevole di chi e come posa raggiungere le nostre informazioni personali e curiosare nel profilo compilato. Il livello di accesso ai dati personali che alcune applicazioni, come abbiamo visto nei capitoli precedenti, possono raggiungere è davvero notevole e per molti versi non del tutto percepito da chi le installa.

Partendo dalla considerazione di base che se vogliamo essere sicuri che nessuno veda le nostre fotografie, i nostri filmini privati o che sia informato in tempo reale sul nostro stato sentimentale e su quello che stiamo facendo faremmo meglio a non iscriverci a Facebook, ci sono tuttavia delle ragionevoli vie di mezzo che possono ridurre l’impatto di questo strumento sulla nostra privacy.

Innanzi tutto, come già visto, ogni qual volta installiamo un’applicazione o un gioco, regoliamo come meglio crediamo le impostazioni di ciascun software aggiuntivo. Possiamo inoltre definire “una volta per tutte” alcune tipologie di informazioni che non potranno mai essere utilizzate dalle applicazioni esterne. Per farlo, clicchiamo in alto vicino al motore di ricerca su Impostazioni, scorriamo la pagina e clicchiamo su gestisci accanto alla voce privacy, poi su Applicazioni e, per finire, Impostazioni.

Possiamo selezionare o deselezionare il tipo di dati a cui le applicazioni aggiuntive avranno accesso, al di là delle impostazioni definite per le singole applicazioni. Il livello di dettaglio è molto alto, e già con questo strumento si potrà stare certi che alcune informazioni sensibili non possano essere lette in alcun modo da programmi gestiti da aziende e sviluppatori che non fanno direttamente parte di Facebook.

Una strada radicale per impedire a singole persone di intrattenere alcun tipo di rapporto con noi è quella che prevede il blocco totale di specifiche persone. La lista delle persone bloccate va compilata a mano. Per iniziare a stilare l’elenco delle persone che non potranno più avere accesso a nessuna delle informazioni che ci riguardano, dal nostro status alle fotografie pubblicate, dalle immagini di nostri amici in cui siamo taggati alla possibilità di inviarci poke o messaggi o, più semplicemente, di anche solo trovarci nel motore di ricerca, possiamo andare nella pagina di partenza delle configurazioni per la privacy.

Per raggiungere la lista, clicchiamo in alto sul link Impostazioni e, successivamente, su Impostazioni sulla Privacy. In fondo alla pagina troveremo il riquadro dove digitare il nome della persona da bloccare in modo totale. In qualsiasi momento potremo, riaccedendo alla stessa lista, riabilitare le persone bloccate semplicemente eliminandoli dalla lista degli esclusi.

Per definire con la massima precisione quali informazioni del nostro profilo saranno visibili, ed eventualmente a chi precluderle, nella pagina di configurazione della privacy clicchiamo su Profilo. Per ognuna delle tipologie di informazioni di profilo disponibili, possiamo scegliere quale gruppo di persone può visualizzarle ed eventualmente escludere qualche persona specifica compilando un elenco di esclusi per ogni tipo di informazione privata. Anche per quanto riguarda la nostra reperibilità nel motore di ricerca, possiamo intervenire significativamente sulle impostazioni della privacy in modo da regolare non solo la “qualità e quantità” di informazioni indicizzate nel motore, ma anche stabilire se vogliamo essere reperibili anche al di fuori del motore di ricerca di Facebook, in altre parole attraverso le classiche ricerche Web effettuate con Google e altri sistemi analoghi. Per non comparire nelle ricerche di Google basta andare alla pagina della privacy di ricerca e togliere il segno di spunta dalla voce Inseriscimi nell’elenco di ricerca pubblico e rendimi disponibile per l’indicizzazione nei motori di ricerca.

Prestando la giusta attenzione alle impostazioni per la privacy e dedicando qualche minuto alla regolazione di alcuni parametri, potremo utilizzare in maniera più consapevole Facebook e sfruttarne al meglio le potenzialità.

0 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Close
Social profiles
error: Protezione Attiva.
Vai alla barra degli strumenti