Contenuti pedopornografici: ecco perché Apple aveva rimosso Telegram.

Read Time1 Minute, 18 Seconds

L’estromissione dall’App Store era durata una manciata di ore, ma la ragione della rimozione era la diffusione di contenuti pedopornografici.

Pessima settimana per Telegram. Qualche giorno fa l’applicazione di messaggistica istantanea, così come la sua nuova versione sperimentale Telegram X, erano scomparse dall’App Store, per poi ricomparire nell’arco di una manciata di ore. Il problema si riferiva a “contenuti inappropriati”, ma non era dato sapere quali fossero.

A fare luce sulla tipologia di contenuti che hanno condotto alla rimozione è 9to5Mac: si trattava di materiale pedopornografico, ha confermato Phil Schiller, che gestisce lo store della mela. Apple avrebbe quindi contattato sia lo staff dell’applicazione che le autorità competenti, come National Center for Missing and Exploited Children per affrontare la specifica violazione e per garantire che ci fossero “più controlli” in atto per impedire che gli episodi si verificassero nuovamente.

Non è chiaro cosa, nello specifico, Telegram abbia dovuto modificare, ma visti i tempi di risoluzione, non dovrebbe trattarsi di un cambiamento radicale nei processi di sicurezza.

La prima domanda che viene in mente è se possa riguardare il sistema di crittografia end-to-end, fiore all’occhiello dell’app di Pavel Durov: se così fosse, vorrebbe dire che qualcuno è riuscito a individuare il materiale nel corso del tragitto da un utente all’altro, cosa che la crittografia non dovrebbe consentire.

Il team 9to5 suggerisce piuttosto che il materiale potrebbe essere stato reso pubblico attraverso un plug-in di terze parti e forse Apple potrebbe essere stata particolarmente fortunata da incappare nel contenuto improprio e agire di conseguenza.

Fonte Wired

0 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Close
Social profiles
error: Protezione Attiva.
Vai alla barra degli strumenti