Vai alla barra degli strumenti

Appalti pubblici: il bando di gara per l'affidamento di servizi legali non può prevedere la corresponsione di un corrispettivo fisso indipendentemente dal numero delle controversie

Tempo di lettura41 Secondi

TAR Lombardia, sezione I, sentenza 17 giugno 2020, n. 1084
In tema di procedure per l’affidamento di contratti pubblici, è illegittima la lex specialis relativa all’affidamento di servizi legali la quale: a) preclude la partecipazione agli avvocati che in passato non abbiano avuto tra i loro clienti pubbliche amministrazioni, ben potendo essi aver ugualmente maturato la necessaria esperienza, anche difendendo soggetti privati nei giudizi amministrativi; b) richiede prestazioni indeterminate ed eterogenee, precludendo così la possibilità di formulare un’offerta ponderata; c) stabilisce la corresponsione di un corrispettivo fisso indipendentemente dal numero dei contenziosi assegnati, in violazione del principio dell’equo compenso sancito dalla legge professionale; d) prevede l’assegnazione di un punteggio preferenziale in favore degli avvocati che hanno patrocinato giudizi conclusi con esito positivo per le amministrazioni, atteso che la relativa attività non dà luogo a obbligazioni di risultato.

Fonte: Eius.it

0 0
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleppy
Sleppy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
Close
Social profiles
error: Protezione Attiva.