Shopping sicuro su Internet: Le dieci regole contro le truffe.

Fonte: IlGiornale

Ecco le regole per scongiurare i raggiri quando si acquista on line, suggerite dalla Polizia postale e delle comunicazioni.

  1. Quando si compra in Rete e si fanno pagamenti verso carte ricaricabili, anche provviste di Iban, è necessario verificare l’attendibilità del portale. Non basta controllare la reputazione sul web, che può essere creata ad arte, ma occorre cercare con cura sui motori di ricerca l’esistenza di segnalazioni di altri utenti o delle autorità.
  2. Per raggiungere qualunque sito, mai seguire i link dell’e-mail ricevuta ma ridigitare l’intero indirizzo Url del portale sulla barra del browser. Meglio anche non ricorrere al «copia e incolla» e ridigitare materialmente il nome vero del sito da raggiungere per evitare il dirottamento verso i finti domini «gemelli» o di cadere nella rete del phishing. Infine su smartphone e tablet utilizzare le app ufficiali dei negozi online.
  3. Dare la preferenza a siti certificati o ufficiali. Se si tratta del primo acquisto o se il negozio virtuale è di recente costituzione, valutare dove è possibile il pagamento con contrassegno.
  4. Utilizzare, nei casi in cui viene offerto, il servizio di deposito e garanzia che permette di pagare la società che effettua il trasporto e, solo dopo l’avvenuta consegna, autorizzare il pagamento al mittente.
  5. Chiedere al venditore più dati possibile, in modo da avere una ragionevole certezza della sua identità e della sua esistenza. Verificare in particolare che il sito abbia un numero di partiva Iva e un indirizzo fisico o altri dati utili per contattare l’azienda.
  6. Diffidare sempre di prodotti con prezzi estremamente vantaggiosi.
  7. È consigliato acquistare e vendere nel territorio italiano, dove la tutela legale è maggiore.
  8. Preferire sempre l’uso di carte prepagate che possono essere ricaricate in anticipo con la sola quantità di denaro necessaria per la singola operazione.
  9. Diffidare dei venditori che si rifiutano di fornire utenze di telefono fisso e di quelli che danno unicamente indirizzi presso caselle postali.
  10. Evitare nei limiti del possibile di fornire dati personali e dubitare di chi insiste a chiedere ulteriori informazioni oltre a quelle già comunicate.

Leave a Reply

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Vai alla barra degli strumenti